lunedì 22 luglio 2013

Al vigile luminoso. Due inediti di Immondizie Riunite.

Una poesia di Corso Francia

Il coraggio di non essere niente è qui\ in corso Francia
Sotto questo cavalcavia di tangenziale c’è una passeggiata che non passeggia
una deportazione indolore da un capo all’altro\ oltre qualunque positività

al valore zero del gesto\ senza soldi così, ma mai del tutto poveri
Tra i Parioli e Vigna Clara, sulla collina del Fleming\ Il vizio di guardare le case
sta sparendo nel nulla

(I pantaloncini dell’Oviesse non sono poi così brutti\ e il monito di quei colori
mi è finalmente chiaro\ come pure lo stare assieme del supermercato).

Tutti mi chiedono della clinica\ Ed io so dargli indicazioni

Ma nessuno si ferma mai\ di fronte a questo vigile luminoso che sono io.




Un'altra poesia di Corso Francia
La famiglia parla di infinito.
Pamela Pace

Mamma mamma, papà, non è rimasto niente dei miei pomeriggi a Varese
Nel sole sotto i portici alla Motta, in corso Matteotti, davanti al Cairoli
Nel bar dove facevano le brioches buone o alle Nord e nemmeno sulla statale
Nelle rotonde con carcasse d’aereo o a Cislago, a Biandronno

Di me si sono perse le tracce, il sindaco Candiani ormai sta a Roma pure lui
Chissà se si ricorda di me, e voi pure non c’eravate ma eravate sempre con me
In quella promessa di ritorno o di trasferimento di nuova radice di posto auto
Di esselunga con tessera e punti fragola

Io vi portavo sempre con me perché me n’ero andato e oggi sono certo che qualcuno
Nella mestizia di un pomeriggio tradatese ancora mi cerca in una strada squallida
Di Tradate o da Coin per comprare un pigiama

Dev’essere così sono sicuro che c’è un leghista simpatico da qualche parte
Che si ricorda di Sergio che era simpatico era uno dei nostri

5 commenti:

gianni ha detto...

grandissimo

Filίa ha detto...

In effetti..grande ritorno di Immo!

Federico Ronconi ha detto...

immo mi manchi

immo ha detto...

grazie ragazzi. spero di tornare presto, o cmq di restare.

Laura Castaldini ha detto...

per quel che mi riguarda, da quando te ne sei andato, facebook è una scatola vuota che può essere chiusa tranquillamente. Torna presto!